Progetto Yamaha musica a scuola

Informazioni sul progetto musica a scuola

Si tratta di un corso per imparare a suonare la tastiera, basato su lezioni collettive, articolato in classi omogenee per età (Elementary Music Course 1ª e 2ª elementare - Fun Key Course 3ª, 4ª e 5ª elementare).

Ogni allievo, ha a sua disposizione una tastiera.

Non è previsto l’utilizzo di cuffie, pertanto tutte le attività sono realmente condotte in modo collettivo.

La durata delle lezioni è di un’ora, con la frequenza di una volta a settimana.

La musica è senza dubbio molto adatta a sviluppare le abilità cognitive dei bambini e degli adolescenti, alle quali si somma una notevole componente emozionale.

Imparare a suonare aiuta a sviluppare meglio le caratteristiche del comportamento sociale, come la tolleranza, il senso di responsabilità e di disciplina e la capacità di stare bene insieme con gli altri.

Gli obiettivi e le caratteristiche del corso

  • Imparare ad eseguire brani di repertorio solistico;
  • Abituarsi a suonare brani di musica d’insieme: le tastiere possono imitare i suoni di tutti gli altri strumenti formando piccole orchestre;
  • Imparare ad accompagnare le melodie con gli accordi utilizzando i diversi stili forniti dalla tastiera;
  • Educare l’orecchio a tutte le componenti della musica: melodia, armonia, ritmo.

Il corso si propone infatti di dare all’allievo le conoscenze musicali di base avvicinandolo a tutti i generi musicali, dalla musica classica a quella popolare, fino alla musica leggera.

Il corso prevede lezioni di un’ora ciascuna, condotte collettivamente.

Perché una lezione collettiva di musica? Quali sono i vantaggi?

  • Ci si confronta in maniera appassionante e costruttiva;
  • È divertente collaborare e fare musica d’insieme;
  • È facile imparare a suonare brani difficili, suddividendosi le difficoltà.

La Formazione del Docente

Yamaha organizza, per i docenti delle scuole che aderiscono al progetto, dei corsi di formazione che hanno come obiettivo sia quello di conoscere e approfondire il sistema didattico Yamaha, sia quello di migliorare le competenze musicali di ognuno, specialmente in quei settori meno familiari agli strumentisti.

Tramite i corsi di formazione e di aggiornamento organizzati da Yamaha, il progetto si propone di dedicare particolare attenzione alla qualità della proposta didattica.

Gli insegnanti preposti, seguiranno un seminario introduttivo di tre giorni e successivamente periodici incontri di aggiornamento di uno o due giorni.

La frequenza al corso è subordinata al superamento di un esame di ammissione che ha validità internazionale chiamato Piano Grado 6.

Per ulteriori informazioni riguardanti questa certificazione internazionale è possibile fare riferimento al sito della 

Yamaha Music Foundation: www.yamaha-mf.or.jp

Il metodo didattico adottato

Durante le lezioni si utilizza il sistema didattico Yamaha, metodo adottato ormai da più di trent’anni in tutti i paesi del mondo.

Questo metodo rende l’apprendimento della musica facile, immediato e divertente attraverso le fasi di ascolto, di canto, di suono ed infine di lettura delle note musicali.

Prevede lezioni di gruppo, condotte in modo tale da favorire la motivazione all’apprendimento, la socialità, la stima di sé, e promuovere la condivisione e lo scambio.

In sintesi ecco le fasi di apprendimento:

  • L’allievo dapprima ascolta il brano proposto dall’insegnante, poi lo memorizza cantando mediante una tecnica particolare “ad imitazione”
  • Quando il brano è perfettamente memorizzato l’allievo comincia ad esercitarsi suonando la tastiera
  • L’ultima fase, poi, è quella della lettura, in altre parole della scoperta di come si scrivono, sul pentagramma, le note che l’allievo ha memorizzato e che sa già suonare.

Possiamo schematizzare con questo schema:

ASCOLTARE > CANTARE > SUONARE > LEGGERE

La musica è ormai da tutti riconosciuta come “linguaggio universale”.

Il metodo YAMAHA si propone di partire dalla pratica, cantando e suonando, per poi affrontare l’apprendimento astratto della lettura e della scrittura, esattamente come, per la lingua, ogni bambino impara dapprima a parlare e soltanto poi a leggere e scrivere.

Come nello studio della lingua, il tempo occorrente per passare dalla fase pratica a quella della lettura è strettamente dipendente dall’età dell’allievo.

In questo modo si apprende molto facilmente e si ha davvero la soddisfazione di farlo subito.

La didattica tradizionale fa esattamente il contrario: si comincia dalla lettura delle note (il famigerato solfeggio) e poi si passa a suonare, con la conseguenza di annoiare e scoraggiare l’allievo.

 

Proposta dell'associazione musicale Emozionalmente alle scuole pubbliche

L'associazione musicale Emozionalmente è attualmente presente con il progetto "Yamaha musica a scuola" in vari Istituti Comprensivi dislocati nel territorio veneziano e trevigiano.

Il progetto consiste nell’offerta alla scuola pubblica di avere:

  • Un corso musicale annuale di 20 lezioni finalizzato all’apprendimento dello strumento ed alle esercitazioni di musica d’insieme, basato sul metodo Yamaha e denominati: E.M.C.  Elementary Music Corse (per i ragazzini dai 6 agli 8 anni) e FUN KEY per i ragazzi dai 9 anni in su;
  • la formazione e l’aggiornamento di tutti i docenti che verranno impegnati nel progetto, con riferimento alla conoscenza del metodo didattico;
  • gli strumenti necessari per l’allestimento del laboratorio musicale a scuola:
    tastiere yamaha psr 233 o superiori per ogni allievo, impianto audio Hi Fi, tastiera madre per l’insegnante Psr 650 o superiori, CD audio e libri di testo;
  • concerto finale degli allievi;
  • rilascio di un attestato di partecipazione al corso;
  • offrire gratuitamente n.2 lezioni per ogni classe concentrate in max 2 settimane + un’ultima lezione/concerto nella quale i bimbi dimostrano ai loro genitori cos’hanno imparato in un tempo così breve. Poi l’insegnante ed il gestore della scuola di musica Yamaha si fermeranno 30 min. circa, solo con i genitori per ulteriori spiegazioni sul metodo e raccogliere eventuali iscrizioni di coloro che volessero far seguire il corso di musica per bambini presso la sede della scuola stessa.
  • allestimento di laboratorio con tastiere funzionanti anche a batteria, lettore cd ed impianto audio, tastiera madre per la conduzione della lezione sia nei solfeggi memorizzati sia nelle canzoni con le parole.

Per la scuola pubblica non vi è alcun onere economico ed anche le tastiere necessarie per la realizzazione delle lezioni saranno alimentate a batteria così da permettere il loro posizionamento ed il loro spostamento al termine delle lezioni in un luogo/deposito che la scuola indicherà.

La proposta economica relativa al progetto viene così formulata:

  1. Da Euro 55,00 a max 70,00 annuali per ogni bimbo partecipante;
  2. sarà cura dell'Istituzione scolastica, se lo riterrà di propria competenza, occuparsi della riscossione delle quote che potranno essere suddivise in tre versamenti nell’arco dell’a.s. oppure la stessa potrà delegare il gestore, titolare del progetto e licenze yamaha, ad occuparsi di tutto ciò che riguarda la relazione con i genitori e l’apparato amministrativo-contabile con proprio personale titolato per tale funzione.

I progetti saranno realizzati in orario curricolare secondo un calendario ed orari concordati con l’istituzione scolastica.

Esperienze e risultati

Il progetto Yamaha Musica a scuola ha ottenuto presso gli Istituti comprensivi G. D’Annunzio di Jesolo, Romolo Onor di San Donà,  Gorgo al Monticano (che comprende le scuole primarie di Gorgo al Monticano, Chiarano e Mansuè),  Istituto comprensivo di Quarto d’Altino (Ve), Istituto comprensivo di Dosson e di Casier (Tv), Istituto comprensivo Goffredo Parise di Arzignano Vicenza  un notevole riscontro in termini di allievi che hanno aderito alla proposta tanto da divenire la più grande esperienza d’Italia e d’Europa arrivando nel corrente anno a ben 1150 allievi iscritti nella scuola pubblica primaria.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più clicca sul pulsante "informativa estesa".
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando qualunque suo elemento o utilizzandone le funzionalità acconsenti all'uso dei cookie.